Tag: paziente fragile

Alzheimer, la malattia che ci ruba i ricordi

Alzheimer, la malattia che ci ruba i ricordi

Lo scopo della Settimana Mondiale del Cervello 2019 è aumentare la consapevolezza nella lotta a patologie come demenza senile, Alzheimer, Parkinson e ictus che colpiscono, solo in Italia, 5 milioni di persone. 

Viene chiamata “malattia delle quattro A” (amnesia, afasia, agnosia, aprassia) ed è la più comune forma di demenza diffusa tra la popolazione anziana over 65 (in Italia sono 600 mila). Il rischio di contrarre la malattia aumenta con l’età, ma potrebbe essere determinata anche da una predisposizione genetica e da un accumulo di fattori ambientali. Continua a leggere “Alzheimer, la malattia che ci ruba i ricordi”

SLA: le nuove frontiere mediche nello studio della malattia

Brain research challenges as a medical concept with a science doctor walking on a human neuron connection as a highwire tight rope metaphor through a maze of neurons as an icon of finding a cure for autism alzheimers and dementia.

Il progresso della medicina nello studio delle malattie rare.

La sclerosi laterale amio­trofica, più comunemen­te conosciuta con la sigla di SLA, è una grave malattia degenerativa che colpisce le cellule cerebrali preposte al controllo dei muscoli, compro­mettendo progressivamente i movimenti della muscolatura volontaria. Si tratta fortuna­tamente di una malattia rara, con un’incidenza nel nostro paese di circa 2/3 casi su circa 100mila persone. Generalmen­te si manifesta in soggetti con un’età superiore ai 40 anni, con maggior frequenza negli uomini piuttosto che nelle donne. Come per tutte le ma­lattie rare, anche per quanto riguarda la SLA ancora non si è a conoscenza di quali siano le sue cause, tuttavia, si è ormai a conoscenza che si tratti di una malattia determinata da una concomitanza di fattori. Continua a leggere “SLA: le nuove frontiere mediche nello studio della malattia”

L’Alzheimer: la forma di demenza senile più diffusa in Occidente.

Senior woman eats lunch at retirement homeSecondo i dati Istat di Settembre 2011 il 6% della popolazione è affetto da demenza senile, tra le quali la più comune nei paesi occidentali è il morbo di Alzheimer. Le sindromi demenziali sono forme di invecchiamento cerebrale caratterizzate da una perdita rilevante della memoria, difficoltà nell’utilizzo del pensiero come strumento di previsione e ragionamento, e di utilizzo del linguaggio per comunicare che creano notevoli problemi individuali e sociali.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità descrive le demenza come una patologia irreversibile e Continua a leggere “L’Alzheimer: la forma di demenza senile più diffusa in Occidente.”