Tag: malattie neurodegenerative

Musicoterapia e Alzheimer. La musica per prevenire e curare la malattia

Group Of Seniors Singing In Choir Together

La musica è generalmente un mezzo utilizzato nelle terapie legate a diversi disturbi. Esiste la musicoterapia per i bambini che hanno disturbi cognitivi e la musicoterapia quale strumento riabilitativo per gli individui che soffrono di disturbi mentali e psichici. Si tratta di una modalità di approccio in grado di agire in molte situazioni, soprattutto grazie alle sue caratteristiche specifiche. La musica viene applicata come uno strumento di comunicazione non verbale per intervenire a livello educativo, riabilitativo e terapeutico. Vista l’importanza che la musicoterapia ha acquisito nel corso degli anni, grazie anche ai risultati conseguiti, sono sorte numerose scuole che si occupano di formare musicoterapisti qualificati. Continua a leggere “Musicoterapia e Alzheimer. La musica per prevenire e curare la malattia”

Disabilità: le Start-up che fanno bene all’innovazione

fotolia_107732332Le nuove realtà innovative che facilitano la vita delle persone disabili.Negli ultimi anni, da nord a sud, stiamo assistendo alla nascita di tante nuove realtà, alcune piccole, altre più ampie, che con il loro operato stanno pia­no piano cambiando il modo di intendere la disabilità e la concezione che la società ha riguardo alla vita di una per­sona disabile. In tempi di crisi, anche la disabilità, sia fisica che mentale, diventa sempre più un modo per fare impresa, sia che si tratti di start-up che hanno come fine la creazione di strumenti tecnologici di ausilio alle persone con disabi­lità, sia che si tratti di progetti di imprenditorialità di persone disabili o cooperative sociali finanziate da contributi locali. Continua a leggere “Disabilità: le Start-up che fanno bene all’innovazione”

SLA: le nuove frontiere mediche nello studio della malattia

Brain research challenges as a medical concept with a science doctor walking on a human neuron connection as a highwire tight rope metaphor through a maze of neurons as an icon of finding a cure for autism alzheimers and dementia.

Il progresso della medicina nello studio delle malattie rare.

La sclerosi laterale amio­trofica, più comunemen­te conosciuta con la sigla di SLA, è una grave malattia degenerativa che colpisce le cellule cerebrali preposte al controllo dei muscoli, compro­mettendo progressivamente i movimenti della muscolatura volontaria. Si tratta fortuna­tamente di una malattia rara, con un’incidenza nel nostro paese di circa 2/3 casi su circa 100mila persone. Generalmen­te si manifesta in soggetti con un’età superiore ai 40 anni, con maggior frequenza negli uomini piuttosto che nelle donne. Come per tutte le ma­lattie rare, anche per quanto riguarda la SLA ancora non si è a conoscenza di quali siano le sue cause, tuttavia, si è ormai a conoscenza che si tratti di una malattia determinata da una concomitanza di fattori. Continua a leggere “SLA: le nuove frontiere mediche nello studio della malattia”

GyroGlove: il guanto che frena i sintomi del Parkinson

Gyro-glove-featured

La tecnologia che viene incontro alla vita di tutti i giorni.

Si chiama  ed è un guanto hi-tech ide­ato da uno studente di medicina, Faii Ong, dell’Impe­rial College di Londra, il nuovo rimedio che permetterebbe di alleviare il tremore delle mani nelle persone affette dal morbo di Parkinson. Sono molte le persone affette da questa ma­lattia neurodegenerativa che incide sul controllo dei movi­menti e dell’equilibrio. Queste persone vivono una vita prati­ca molto difficile, basti pensare alle difficoltà basilari in sem­plici attività quali il mangiare, il cambiarsi di abito e l’andare in bagno. Al momento molti passi avanti sono stati fatti per tentare di rendere più semplice la vita delle persone affette da Parkinson: gadget e medicinali di varia natura hanno trovato spazio nella quotidianità dei malati. Continua a leggere “GyroGlove: il guanto che frena i sintomi del Parkinson”

L’Alzheimer: la forma di demenza senile più diffusa in Occidente.

Senior woman eats lunch at retirement homeSecondo i dati Istat di Settembre 2011 il 6% della popolazione è affetto da demenza senile, tra le quali la più comune nei paesi occidentali è il morbo di Alzheimer. Le sindromi demenziali sono forme di invecchiamento cerebrale caratterizzate da una perdita rilevante della memoria, difficoltà nell’utilizzo del pensiero come strumento di previsione e ragionamento, e di utilizzo del linguaggio per comunicare che creano notevoli problemi individuali e sociali.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità descrive le demenza come una patologia irreversibile e Continua a leggere “L’Alzheimer: la forma di demenza senile più diffusa in Occidente.”