Tag: certificazione BLS-D

L’importanza dell’inserimento del BLS nelle scuole

Massaggio cardiaco

Con l’articolo 3, comma 7, del disegno di legge “Buona Scuola” il Primo Soccorso entra di fatto come materia formativa nelle scuole italiane. L’articolo sancisce, infatti, che al fine di promuovere sviluppo della conoscenza delle tecniche di primo soccorso nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado si attivano iniziative specifiche rivolte agli studenti, con il contributo delle realtà del territorio, nel rispetto dell’autonomia scolastica, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica”. Continua a leggere “L’importanza dell’inserimento del BLS nelle scuole”

L’arresto cardiorespiratorio e la rianimazione cardiopolmonare: le manovre che salvano la vita

Medical team is giving first aid to young woman

L’arresto cardiorespiratorio (ACR) è un’interruzione del funzionamento cardiaco e dell’attività respiratoria spontanei ed efficaci. Ogni anno più di 300.000 persone perdono la vita in seguito ad un arresto cardiaco. Una persona è vittima di un arresto cardio-respiratorio quando:

  • è priva di coscienza;

  • non respira spontaneamente (o ha un respiro boccheggiante);

  • non è possibile rilevare il polso all’arteria carotide;

  • presenta la cianosi, ovvero un colore bluastro della pelle.

Se un soggetto va in arresto respiratorio, in genere il cuore continua a “pompare” sangue per diversi minuti, ma il sangue che arriverà al cervello non conterrà sufficiente ossigeno per rifornire le cellule cerebrali. Questo fatto porterà gradualmente ad una progressiva alterazione del battito cardiaco, che si arresterà nel giro di 5-7 minuti circa.

Le principali cause di arresto respiratorio sono: l’ictus cerebrale, l’arresto cardiaco, l’ostruzione delle vie respiratorie, l’annegamento, il trauma cerebrale, l’overdose da farmaci o da droghe.

Per la gravità di questa condizione, l’arresto cardio-respiratorio è un’emergenza medica che supera tutte le altre, poiché, se non viene risolto prontamente, è rapidamente fatale.

In condizioni di emergenza, quindi, le tecniche di rianimazione cardiopolmonare possono rivelarsi di estrema importanza per mantenere in vita il paziente, fino all’arrivo dei soccorsi. Le tecniche di Rianimazione cardio-polmonare (RCP), quando tempestivamente e correttamente attuate, possono far regredire l’arresto cardiaco e restituire la vita al paziente. BLSD (Basic Life Support – Defibrillation) è la sigla delle manovre da compiere per intervenire in caso di arresto cardiaco. Agire con queste manovre e, se se ne ha a disposizione uno, con un defibrillatore, può rappresentare davvero il mezzo attraverso cui si salva la vita ad una persona. Tutti possono imparare come intervenire in caso di arresto cardiaco; il conseguimento del patentino per l’utilizzo del defibrillatore, la cosiddetta certificazione BLS-D, consente di imparare ad utilizzare correttamente un defibrillatore in modo tale di poter salvare la vita al paziente. Non è raro che ci possa trovare di fronte a situazioni di emergenza, ed un corso di primo soccorso può rivelarsi indispensabile quando ci si trova di fronte al pericolo. Saper mettere in atto le manovre ed i protocolli per il trattamento con il defibrillatore, saper riconoscere un arresto cardio-respiratorio, essere in grado di gestire una equipe di soccorso e acquisire la capacità di autocontrollo e gestione delle proprie emozioni, sono condizioni che possono fare la differenza, risultando, nella maggior parte dei casi, assolutamente indispensabili per salvare la vita di qualcuno.