Categoria: Tecnologia

Oggi è possibile controllare un arto bionico

Oggi è possibile controllare un arto bionico

La quarantenne siciliana Clara Puleo ha subito un grave incidente da bambina che le ha provocato la perdita della mano sinistra. Oggi, grazie alla ricerca promossa dall’INAIL e dal Campus Bio-Medico di Roma e all’impegno di molti ricercatori provenienti da diverse università, è stato possibile impiantarle una mano mioelettrica installata da elettrodi neuronali. Continua a leggere “Oggi è possibile controllare un arto bionico”

A tavola senza distrazioni!

A tavola senza distrazioni!

Quante volte a tavola i genitori ci hanno rimproverato di non giocare con il cibo o di non parlare con la bocca piena…oggi c’è anche un altro divieto: non giocare con lo smartphone! Secondo uno studio condotto da ricercatori brasiliani e olandesi usare lo smartphone mentre si mangia Continua a leggere “A tavola senza distrazioni!”

Di cosa si occupa il DPO in azienda?

Di cosa si occupa il DPO in azienda?

Per rendere la protezione dei dati più sicura ed effettiva il Regolamento europeo 2016/679 ha introdotto la figura del Data Protection Officer (DPO), che è il responsabile della sicurezza dei dati. Al DPO non è richiesta alcuna iscrizione a un ordine, ma deve possedere un’approfondita conoscenza della prassi e della normativa che regolano il trattamento dei dati personaliContinua a leggere “Di cosa si occupa il DPO in azienda?”

Quali saranno le professioni del futuro?

Quali saranno le professioni del futuro?

Secondo uno studio del World Economic Forum il 65% degli studenti attuali faranno un lavoro che oggi non esiste, ma non lasciatevi spaventare da questo dato perché la tecnologia, usata nel verso giusto, può portare molti vantaggi. Alcuni lavori amministrativi o manuali scompariranno del tutto. Quindi su cosa puntare per scegliere la vostra professione del futuro? Quali saranno i nuovi trend del 2019Continua a leggere “Quali saranno le professioni del futuro?”

La Formazione Gratuita: uno strumento utile per riqualificare disoccupati e inoccupati della Regione Lazio.

È ormai evidente la necessità di una formazione continua per rimanere sul mercato del lavoro e per combattere l’obsolescenza delle competenze ma cosa ancora più importante è la riqualificazione professionalmente di quei lavoratori disoccupati o inoccupati.

Per questo prossimamente verrà avviato  il progetto di Minerva Sapiens finanziato dalla Regione Lazio, che si rivolge a disoccupati e inoccupati residenti nel territorio laziale da almeno 6 mesi Continua a leggere “La Formazione Gratuita: uno strumento utile per riqualificare disoccupati e inoccupati della Regione Lazio.”

I Digital Devices e l’età infantile: istruzioni per l’uso

Educare i bambini digitali ad un impiego corretto delle tecnologie.

Cresciuti tra tablet, smartphone, app e touchscreen i bambini di oggi ci sorprendono sempre più per il modo intuivo con cui si approcciano a queste tecnologie.

Molti sono i dibattiti che si susseguono su vantaggi e svantaggi del loro utilizzo da parte dei più piccoli ma una cosa è certa: i digital divices sono ormai strumenti di uso quotidiano e non possono essere aboliti tanto che oltre il 50% dei bambini tra i 2 e i 5 anni sa già giocare con un tablet. Come per tutte le altre tecnologie (TV e videogiochi),  è importante educare i bambini ad un uso corretto e consapevole di questi nuovi dispositivi in quanto potrebbero essere dannosi e pericolosi per la loro salute e crescita. Continua a leggere “I Digital Devices e l’età infantile: istruzioni per l’uso”

Il videomaker online: una passione che diventa lavoro

Lavorare viaggiando: ora si può!

Quante volte si sente dire che non c’è lavoro?
In realtà oggi, grazie alle nuove tecnologie e alla Rete, ci sono molteplici opportunità che aspettano solo di essere colte. Si tratta dei cosiddetti lavori creativi di cui fanno parte anche i videomaker online: persone intraprendenti, che amano viaggiare, scoprire e raccontare i posti più belli del mondo visti con i propri occhi. I loro video sono il frutto del loro vissuto e  avventure ed hanno una forte componente emozionale. Continua a leggere “Il videomaker online: una passione che diventa lavoro”

Arriva da Zurigo il primo cuore artificiale stampato in 3D

Arriva da Zurigo il primo cuore artificiale stampato in 3D

Pulsante come quello umano, presenta una struttura interna molto articolata.

Sarà mai possibile realizzare in laboratorio un cuore funzionante e somigliante a quello umano? L’impresa è ardua ma, a quanto sembra, non impossibile. È stato realizzato, infatti, a Zurigo da un team di ricercatori dell’ETH il primo cuore in silicone stampato in 3D e pulsante come quello umano. Scopo degli studiosi del Politecnico Federale di Zurigo è quello di realizzare un sistema per la circolazione del sangue alternativo alle pompe extracorporee usate, al momento, per mantenere in vita le persone colpite da problemi cardiaci gravissimi e che aspettano il trapianto. Continua a leggere “Arriva da Zurigo il primo cuore artificiale stampato in 3D”

Sharing Welfare: come cambia il sistema sociale

Brand, business, vision.

La Sharing Economy è un modello economico basato su un insieme di pratiche di scambio di beni, che siano essi materiali o servizi. Alcune tra quelle più comuni attività che oggi sembrano un’abitudine, come affittare un appartamento su Airbnb o intraprendere un viaggio con BlaBlaCar, erano attività inesistenti. Da pochi anni a questa parte è entrato nel nostro quotidiano un modo differente di affrontare alcune tra le situazioni più scontate e si è fatta strada l’idea di ridurre i consumi, ormai fuori controllo nella nostra società. Tutte queste nuove attività hanno in comune un dato fondamentale: la messa in condivisione di risorse private (l’auto, la scrivania, la casa…), che forse fino a poco tempo fa venivano  condivise con amici, parenti e vicini, ma che ora, grazie all’avvento delle nuove piattaforme web, riescono a coinvolgere gruppi ampi di persone, anche e soprattutto estranee. Continua a leggere “Sharing Welfare: come cambia il sistema sociale”

Riforma della “buona scuola”: si farà il Referendum?

look
Secondo il personale scolastico sono quattro le norme del DDL da abrogare.

Il 13 marzo scorso si è tenuta a Roma la prima assemblea nazionale per i referendum sociali. Tra i vari temi discussi, alcuni hanno avuto una risonanza più grande di altri come, ad esempio, quello delle trivelle e il relativo referendum abrogativo. Pochi giorni dopo sono stati presentati in Cassazione i quattro quesiti principali scaturiti dal dibattito dell’assemblea, a cui hanno partecipato attivisti di tutta Italia, uniti da idee comuni di cambiamento della società. I quattro quesiti depositati riguardano: le trivelle, la scuola, gli inceneritori e la gestione pubblica dell’acqua. I primi di aprile è cominciata la raccolta firme in piazza e i comitati promotori rappresentano decine di organizzazioni tra movimenti, associazioni e sindacati, tra cui anche la CGIL. Continua a leggere “Riforma della “buona scuola”: si farà il Referendum?”