Categoria: Psicologia

Stress, burnout e depressione nelle professioni sanitarie

Stress, burnout e depressione nelle professioni sanitarie

Il burnout, letteralmente “bruciato, scoppiato, esaurito”, è una sindrome patologica che colpisce chi lavora nelle professioni di aiuto portando i lavoratori (educatori, psicologi, assistenti sociali, infermieri, medici, veterinari e OSS) a forti stress emotivi che provocano un rapido decadimento delle risorse psicofisiche e delle prestazioni professionali. Questa sindrome si manifesta con sintomi come disagio cognitivo, confusione e alterazione dello stato emotivo che possono provocare senso di rabbia, frustrazione, indifferenza e cinismo non solo a livello personale, ma anche da un membro all’altro dello staff o tra il lavoratore e i suoi pazienti.

Continua a leggere “Stress, burnout e depressione nelle professioni sanitarie”

Il mondo dei bambini con sindrome di Asperger

Il mondo dei bambini con sindrome di Asperger

Il 18 Febbraio ricorre la Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger per celebrare la nascita di Hans Asperger psichiatra e pediatra austriaco, che per primo la diagnosticò nel 1944. 

Nel  mondo 1 persona su 160 (prevalentemente di sesso maschile) è colpita da disturbi dello spettro autistico. La “sindrome di Asperger” è considerata un disturbo pervasivo dello sviluppo di natura neurobiologica, al pari di un disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento.

Continua a leggere “Il mondo dei bambini con sindrome di Asperger”

Quando la ragione non è del più forte: il bullismo a scuola

Quando la ragione non è del più forte: il bullismo a scuola

Per la Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo abbiamo deciso di approfondire questo fenomeno oggi in crescita soprattutto tra i banchi di scuola. 

Secondo uno studio Istat del 2014 in Italia la metà dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni sopratutto di sesso femminile ha subito atti di bullismo. Nel 19,8% dei casi gli atti di violenza si sono verificati più volte in un mese, mentre il 9,1% ha avuto cadenza settimanale. La notizia è allarmante perché questo fenomeno è in crescita anche nei confronti di persone adulte come insegnanti e personale scolastico.  Continua a leggere “Quando la ragione non è del più forte: il bullismo a scuola”

I disturbi del neurosviluppo

I disturbi del neurosviluppo

In occasione della XIV edizione delle Giornate di Neuropsicologia dell’età evolutiva dal 23 al 26 Gennaio 2019 si parlerà delle novità di ricerca nel campo della diagnosi e della riabilitazione dei disturbi neuropsichiatrici e neuropsicologici dell’età evolutiva. 

Il DSM-5 è il manuale più autorevole che classifica i disturbi mentali e viene consultato da medici, psicologi e psichiatri di tutto il mondo. Ma quali e quanti sono i DNS (disturbi del neurosviluppo?). Analizziamoli insieme.

Continua a leggere “I disturbi del neurosviluppo”

Prendersi cura degli altri: chi è l’Assistente Familiare

Prendersi cura degli altri: chi è l’Assistente Familiare

La Società italiana di gerontologia e geriatria ha spostato il limite per la terza età a 75 anni motivando la decisione con il fatto che “un 65enne di oggi ha la forma fisica e cognitiva di un 40-45enne di trenta anni fa”. Nel futuro più vicino, quindi, saranno sempre più necessarie risorse formate e qualificate per la figura di Assistente Familiare. Sono quasi 380 mila le badanti censite da DOMINA, l’Associazione delle famiglie datori di lavoro domestico in Italia. La loro professione ha acquisito sempre più competenze specifiche visto l’aumento del numero di richieste di assistenza per persone anziane, non autosufficienti o per l’espletamento dei compiti domestici e della cura quotidiana.

Continua a leggere “Prendersi cura degli altri: chi è l’Assistente Familiare”

Sai riconoscere un attacco di panico?

Sai riconoscere un attacco di panico?

La paura è una delle sette emozioni universali insieme a rabbia, sorpresa, tristezza, gioia, disprezzo e disgusto che caratterizzano l’essere umano. Questa si attiva quando l‘individuo percepisce una minaccia e prepara il corpo a reagire, ma cosa succede se interpretiamo il segnale della paura come una minaccia essa stessa?  Si comincia ad avere paura della paura e si genera l’attacco di panico. Di solito dura poco (fino a un massimo di 10 minuti), è accompagnato da sintomi cognitivi o somatici e consiste nell’avere paura in assenza di un pericolo vero. 

Continua a leggere “Sai riconoscere un attacco di panico?”

Gli effetti delle nuove tecnologie sul cervello

Gli effetti delle nuove tecnologie sul cervello

Oggi viviamo nell’era del web 2.0 e siamo costantemente connessi ai nostri dispositivi elettronici, ma che impatto ha tutto ciò sul nostro cervello? Alcuni studi hanno dimostrato che siamo più reattivi ma allo stesso tempo superficiali e smemorati. Sul pianeta ci sono 7,8 miliardi di schede SIM contro 7,5 miliardi di persone e l’Italia è terza per diffusione capillare dello smartphone (8 su 10 ne hanno uno). In media si stima che tocchiamo il cellulare 2.617 volte al giorno soprattutto dopo esserci appena svegliati e poco prima di andare a dormire. Continua a leggere “Gli effetti delle nuove tecnologie sul cervello”

Come riconoscere la sindrome ADHD?

Come riconoscere la sindrome ADHD?

L’ADHD (Attention Deficit Hyperactivity Disorder) è un disturbo psichico dell’età evolutiva, altrimenti nota come sindrome da deficit di attenzione e iperattività.
Alcuni studi recenti hanno dimostrato che circa il 4% dei bambini in età scolare e prescolare ne soffre, in particolare i maschi. Continua a leggere “Come riconoscere la sindrome ADHD?”

Scuola e famiglia affrontano la dislessia

Scuola e famiglia affrontano la dislessia

In occasione della terza edizione della Settimana Nazionale della Dislessia dall’ 1 al 7 ottobre 2018, l’Associazione Italiana Dislessia ha stilato un programma di oltre 300 eventi di informazione e sensibilizzazione, su tutto il territorio nazionale, organizzati a livello locale da oltre 1.000 volontari, in collaborazione con enti pubblici, scuole e altre istituzioni. Continua a leggere “Scuola e famiglia affrontano la dislessia”