Terapie innovative per aiutare i malati di SLA

Terapie innovative per aiutare i malati di SLA

Nella Giornata dedicata alle Malattie Rare vogliamo far conoscere la SLA. Il musicista Ezio Bosso, il fisico Stephen Hawking e il calciatore Stefano Borgonovo sono solo alcuni dei personaggi famosi ad essere stati colpiti dalla malattia. 

Uno studio recente tutto italiano, che è stato pubblicato sulla rivista Lancet Neurology, riguarda la cannabis terapeutica nella riduzione della spasticità dei muscoli nei pazienti con malattie del motoneurone come la SLA (sclerosi laterale amiotrofica). Questa è una malattia rara che colpisce 1-3 persone ogni 100.000 abitanti all’anno.

La SLA è una malattia neuromuscolare che porta a un processo degenerativo e distruttivo dei motoneuroni. La paralisi parziale o totale del corpo comprende anche altre funzioni come la parola, la respirazione e la deglutizione. Non si conoscono ancora le cause, si ipotizza una predisposizione genetica e/o ambientale che si manifesta con l’avanzare dell’età tra i 50 e i 70 anni. Anche nella diagnosi si consiglia di rivolgersi a un neurologo che, attraverso l’elettromiografia, può studiare l’attività elettrica del muscolo.

Lo studio

Il recente studio, dopo sei settimane di cura, ha dimostrato invece un miglioramento dei sintomi della spasticità muscolare nei pazienti trattati con spray cannabinoide rispetto a quelli trattati con placebo, un miglioramento della qualità del sonno e del dolore causato dalla rigidità degli arti. Altri trattamenti per la SLA sono mirati a rendere meno gravi i sintomi e a migliorare la qualità della vita per i pazienti. Le cure palliative vengono fornite da team multidisciplinari poiché la SLA  è una malattia che investe tutte le aree funzionali del paziente. Una volta fatta la diagnosi dal neurologo, il lavoro in sinergia con altri specialisti – come lo psicologo, il nutrizionista, lo pneumologo, il fisiatra e molti altri- determina un rallentamento maggiore nel decorso della malattia.

paziente sla ecm-01

Il nostro corso Approccio multidisciplinare al paziente affetto da SLA è pensato per acquisire competenze tecnico-professionali e i diversi approcci nella cura del paziente: riabilitativo, pneumologico, dietologico e nutrizione clinica. Scopri come acquisire crediti formativi accreditati ECM per tutte le discipline sanitarie e iscriviti qui: https://www.minervasapiens.it/site/approccio-multidisciplinare-al-paziente-affetto-da-sla/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...