Prendersi cura degli altri: chi è l’Assistente Familiare

Prendersi cura degli altri: chi è l’Assistente Familiare

La Società italiana di gerontologia e geriatria ha spostato il limite per la terza età a 75 anni motivando la decisione con il fatto che “un 65enne di oggi ha la forma fisica e cognitiva di un 40-45enne di trenta anni fa”. Nel futuro più vicino, quindi, saranno sempre più necessarie risorse formate e qualificate per la figura di Assistente Familiare. Sono quasi 380 mila le badanti censite da DOMINA, l’Associazione delle famiglie datori di lavoro domestico in Italia. La loro professione ha acquisito sempre più competenze specifiche visto l’aumento del numero di richieste di assistenza per persone anziane, non autosufficienti o per l’espletamento dei compiti domestici e della cura quotidiana.

Quali sono le sue mansioni?

L’Assistente Familiare svolge un ruolo pratico-operativo all’interno dell’ambiente domestico: aiuta e segue la persona nelle attività giornaliere e nell’accesso ai servizi, provvede alla gestione della casa e allo svolgimento delle mansioni domestiche. È in grado di provvedere all’acquisto di cibi e materiali per la pulizia, alla preparazione e somministrazione dei pasti, alle attività legate all’igiene personale e al cambio della biancheria, all’aiuto per la deambulazione e all’uso corretto delle attrezzature sanitarie. L’operatore deve anche essere in grado, infine, di stabilire una solida relazione di fiducia con l’utente, essere in grado di rassicurarlo nei momenti più difficili e intrattenerlo nel corso della giornata. Tra le competenze che l’assistente familiare dovrà acquisire ci sono:

  • elementi di igiene ambientale;
  • tecniche per la pulizia e l’igiene personale dell’assistito;
  • elementi di anatomia e fisiologia del corpo umano;
  • conoscenza dei bisogni dell’assistito e della famiglia;
  • conoscenza delle patologie di ciascuna tipologia di utenza;
  • tecniche di somministrazione dei cibi in base alla categoria di utenza;
  • tecniche per la vestizione;
  • tecniche per la preparazione dei cibi;
  • elementi di dietologia;
  • modi di somministrazione dei farmaci più comuni;
  • tecniche per agevolare il movimento e lo spostamento dell’assistito;
  • tecniche di ascolto attivo;
  • elementi di deontologia professionale.

assistente familiare-01

Come diventare Assistenti?

L’affidabilità di coloro che svolgono questo lavoro viene attestata da programmi di formazione con rilascio di una certificazione di qualificazione professionale delle competenze presso enti riconosciuti. Questa figura è sempre più ricercata oggi in Italia dato il progressivo invecchiamento demografico.

Il nostro corso di Alta Formazione riconosciuto dalla Regione Lazio ha l’obiettivo di formare Assistenti Familiari qualificati e professionali che sappiano assistere una persona anziana fragile, una persona disabile fisica, una persona temporaneamente o permanentemente priva di autonomia. Il percorso prevede 180 ore di lezioni in aula e 120 ore di tirocinio presso cooperative, associazioni o aziende del settore. Per iscriversi è necessario essere maggiorenni e in possesso del diploma di scuola media. Visita il nostro sito web al seguente link per saperne di più: https://www.minervasapiens.it/site/assistente-familiare/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...