A scuola con l’Assistente Educativo Culturale (AEC)

A scuola con l’Assistente Educativo Culturale (AEC)

L’Assistente Educativo Culturale (AEC) è un operatore dipendente dal comune, dalla scuola o da cooperative sociali capace di fornire prestazioni di supporto e di assistenza agli alunni con disabilità. Questi bambini e ragazzi hanno diritto ad avere sostegno e integrazione a seguito della certificazione di disabilità rilasciata dalla ASL come previsto dagli artt. 12, 13 e 14 della vigente legge 104/92.

Oltre all’insegnante di sostegno, in molti casi viene prevista anche l’assegnazione di un AEC a seconda del livello di gravità della disabilità (la valutazione viene stilata dalla ASL). La famiglia può farne richiesta alla scuola che, tramite il Dirigente scolastico, la inoltrerà all’Ente Locale di competenza. Il contributo dell’operatore può essere prezioso sia per gli insegnanti che per l’alunno.In particolare, l’obiettivo dell’assistente è favorire e promuovere l’autonomia del bambino disabile, in collaborazione con tutte le figure presenti nel contesto scolastico con lo scopo di favorire la sua inclusione sociale. I compiti dell’Assistente Educativo Culturale sono:

  • supportare l’alunno nell’attività didattica interna;
  • assisterlo nelle esigenze igienico-sanitarie;
  • collaborare con i docenti e il personale scolastico;
  • programmare un Piano Educativo Individualizzato (PEI).

 

Come si diventa AEC?

Non esiste una normativa nazionale univoca, ma le regole cambiano da municipio a municipio. Alcuni richiedono laureati in psicologiascienze dell’educazione/formazione e servizio sociale oppure persone in possesso di diploma socio-pedagogico. Altri municipi, invece, richiedono un attestato di qualifica regionale per Operatore Educativo per l’autonomia e la comunicazione e altri ancora una formazione specifica presso un ente di formazione accreditato per una durata di almeno 50 ore. In ogni caso l’aspirante operatore è tenuto ad aggiornarsi seguendo corsi specifici per acquisire le necessarie competenze tecniche e relazionali. La sua formazione prevede la conoscenza di diversi tipi di disabilità, specifici obiettivi volti all’autonomia, integrazione e comunicazione, l’uso di strumenti di intervento specifici per la gestione dei “comportamenti problema”, saper leggere e gestire alcune dinamiche nel rapporto con scuola/famiglia/cooperativa.

aec-01

Il nostro corso per Assistente Educativo Culturale mira a formare persone in ambito dei servizi socio-educativo-culturali che operano nelle scuole dell’obbligo in favore dell’integrazione di studenti disabili. Per scoprire le prossime edizioni del nostro corso  visita il sito e scopri le diverse modalità di fruizione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “A scuola con l’Assistente Educativo Culturale (AEC)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...