I’VE: I Have Experienced

Il programma che certifica le competenze dei volontari impiegati all’estero.

Group student with notebook on bench outdoor.

I campi di volontariato internazionali sono un’esperienza concreta, di attività manuali e di animazione, rivolte alla realizzazione di progetti nei settori della pace, dell’ambiente, dell’archeologia, della solidarietà e  della cooperazione internazionale. Durante questi campi si sperimentano esperienze, conoscenze e  scambi culturali con realtà sociali e culture diverse. Inoltre, tutti i campi prevedono momenti di formazione attraverso lo studio, il dibattito e l’approfondimento di argomenti connessi al progetto.
L’obiettivo principale di queste esperienze è principalmente quello di avvicinare all’interculturalità i giovani cittadini, insegnando loro alcuni importanti valori della vita comunitaria.

Dato il grande valore che i campi di volontariato rappresentano per la comunità e per il singolo, è giusto che tali esperienze vengano adeguatamente valorizzate e non restino solo nel bagaglio di esperienze dei volontari. Da novembre 2014 l’associazione di promozione sociale Lunaria, con il supporto del programma Erasmus + e dell’Agenzia dei Giovani, coordina il progetto IVE – I Have Experienced- che permette di costituire un sistema strutturato di riconoscimento delle competenze che i volontari acquisiscono partecipando ai campi di volontariato internazionale. Molti volontari, al ritorno da questi campi, non hanno una risposta specifica alla domanda su cosa abbiano concretamente imparato. Questo perché molto spesso l’apprendimento nei campi di volontariato non è un processo intenzionale, ma l’esperienza dopo tanti anni in questo settore insegna che vivere dei momenti di solidarietà e di collettività, in un contesto internazionale, può rappresentare un punto di svolta o un momento di crescita fondamentale. Molti volontari, una volta rientrati nel paese d’origine, hanno infatti affermato che questo è un tipo di esperienza in grado di cambiare la vita. Tuttavia, un’espressione del genere tende a rappresentare sempre qualcosa di vago, difficile da spiegare a chi non c’era. Proprio per questo carattere di indeterminatezza, Lunaria si è chiesta come il campo di volontariato possa essere un asset fondamentale e concreto su cui puntare per ottenere un lavoro ed, in particolare, come si possa valorizzare l’impegno come volontari durante un colloquio di lavoro.

001È così che dal 2014 Lunaria si impegna a sviluppare ricerche e moduli formativi, manuali e tool digitali, con l’obiettivo di coinvolgere circa 1000 volontari nel test del sistema di riconoscimento che nei prossimi mesi verrà messo a punto.

Il sistema si fonderà sulle metodologie dell’educazione non formale, declinate nell’approccio di apprendimento tra pari e sull’utilizzo di tool digitali open.

L’obiettivo più ambizioso è di permettere un salto di qualità nella capacità delle associazioni e dei loro volontari di vedere riconosciuto l’impatto personale e sociale dell’impegno e delle loro esperienze di servizio volontario, attribuendo un significato anche concreto all’esperienza di volontariato, che non rimanga solo nella memoria del volontario.

Circa 400 volontari hanno sperimentato il sistema nel 2015, permettendo ulteriormente di affinare i diversi elementi del sistema, nell’ottica della sostenibilità e della semplicità di utilizzo. La ricerca e l’impegno su questo fronte continuano.

I volontari che hanno partecipato a campi internazionali dal 2015 possono ricevere una certificazione che ne riconosce le competenze sviluppate durante il workcamp. Per ottenerla occorre partecipare al Post Camp Event che si terrà a Roma il 2 ottobre: verrà sperimentato un nuovo modulo che permetterà a volontari e associazioni di confrontarsi, raccontando l’esperienza del campo, di leggere e rappresentare meglio le competenze che si sono sviluppate per affrontare la vita di gruppo e le dinamiche interculturali, il lavoro, la convivenza con le comunità locali e l’esperienza in generale del lavoro di gruppo. Verranno utilizzati metodi interattivi integrati ad una APP per smartphone.

Grazie al Post Camp Event si potranno mettere nero su bianco le competenze acquisite, magari per usarle al meglio in contesti di studio o per trovare lavoro. Questo progetto è un vero e proprio salto di qualità nella capacità delle associazioni e dei loro volontari di vedere riconosciuto l’impatto personale e sociale dell’impegno e delle loro esperienze di servizio volontario.

blog-01

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...