Come nasce l’idea di un progetto?

Team of architects people in group on construciton site check documents and business workflow upper viewPer definire quali siano le caratteristiche di un Project Manager, è innanzitutto utile mettere in chiaro come sia cambiata nel corso degli ultimi anni l’idea stessa di “progetto”. Il progetto non è più inteso solo come la realizzazione completa di un manufatto complesso, ma è concepito come il raggiungimento di uno o più obiettivi da cui ci si aspetta di trarre dei benefici. Con questa premessa, i ruoli degli esperti che contribuiscono alla realizzazione di un progetto risultano più complessi e detengono delle responsabilità più ampie. 

Il PM è colui che ricopre il ruolo di leader in tutte le fasi di realizzazione di un progetto, è responsabile della qualità dei prodotti, della gestione economica, valuta i rischi associati a un progetto, integra e coordina i contributi di tutti gli attori o stakeholders, gestisce risorse materiali e immateriali ed infine gestisce le risorse umane interne all’azienda. Si tratta di una figura trainante, in grado di coordinare tutti i singoli elementi che fanno parte del progetto e senza la quale ormai nessuna grande azienda potrebbe portare a termine concretamente i propri obiettivi.

La missione del Project Manager, come viene riportata nella definizione dell’European ICT Professional Profiles, è quella di

“definire, implementare e gestire progetti dal concepimento iniziale alla consegna finale. È responsabile dell’ottenimento di risultati ottimali, conformi agli standard di qualità, sicurezza e sostenibilità nonché coerenti con gli obiettivi, le performance, i costi ed i tempi definiti”.

Il ruolo di gestione è afferente principalmente a due aree:

  •  un’area operativa legata alle metodologie, agli strumenti e alle tecniche di lavoro per realizzare al meglio gli obiettivi del progetto;
  • un’area relazionale concernente le dinamiche interpersonali e di comunicazione con lo staff.

Un bravo PM deve avere, quindi, una solida preparazione e avere delle spiccate doti relazionali, deve essere in grado di gestire persone e situazioni, in quanto unico responsabile della valutazione, pianificazione e realizzazione di un progetto. Non deve necessariamente avere una profonda conoscenza dei dettagli tecnici di un progetto (per questo si presuppone ci siano altri specialisti), ma è necessario che abbia le competenze tecniche utili ad un’organizzazione efficace delle risorse.

tecnico progetti-01

Nella definizione dei ruoli intervengono quasi sempre anche le richieste e le necessità specifiche del cliente oltre alla natura del progetto stesso. Trattandosi, quindi, di una figura piuttosto ampia, per svolgere la professione di PM non è richiesto un background specifico: chiunque può imparare a fare il PM, anche se possiede una preparazione in campo umanistico. L’esperienza precedente o la laurea conseguita rappresentano un plus nel momento in cui si va a scegliere un particolare settore di lavoro. Ciò non toglie che chiunque possa apprendere la metodologia del Project Manager, meglio se è già in possesso di buone doti relazionali e di negoziazione.

Segui il corso di Alta Formazione riconosciuto dalla Regione Lazio e diventa Tecnico esperto nella gestione dei progetti (per il settore sociale) per acquisire conoscenze e competenze di progettazione nel campo privato sociale. Visita il nostro sito web al seguente link: http://www.minervasapiens.it/site/tecnico-esperto-nella-gestione-dei-progetti/ 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...