Scuola pubblica: grande attesa per il concorso che coinvolgerà 180 mila docenti

0010772832K-849x565

C’è grande attesa per il “Concorsone” della scuola pubblica, di cui saranno resi noti i dettagli entro i primi di dicembre. Le novità al riguardo sono tante, a partire dai contenuti dei test, non più nozionistici e con domande troppo teoriche. I futuri docenti dovranno infatti cimentarsi in prove molto più pratiche, improntate soprattutto a dimostrare che gli insegnanti sono in grado di comunicare i contenuti, dandone per scontata la loro già acquisita conoscenza. Non dovrebbe cambiare molto, invece, la prova orale, che già nel precedente concorso era improntata sulla simulazione di una lezione in classe. Ammesso che ci sia una prova preselettiva, questa potrà essere composta da una batteria di domande (uguali per tutte le classi) di logica, comprensione del testo, competenze digitali e di lingua. Tante di queste competenze potrebbero però essere date come già assimilate durante il periodo formativo di abilitazione. Al riguardo, occorre mettere in evidenza che il prossimo concorso 2015 sarà aperto solo a coloro che possiedono l’abilitazione all’insegnamento, quindi gli abilitati Tfa, Pas, diplomati magistrali e congelati Ssis. Il deputato Simona Flavia Malpezzi, firmataria della proposta, ha ribadito : “In Italia abbiamo corsi di abilitazione di valore. Possiamo dare per scontato che gli abilitati siano in possesso delle necessarie competenze, non chiederemo ai nostri docenti di rimettersi sui libri a studiare”. E continua: “Studieremo delle prove per valutare le capacità d’insegnamento degli insegnanti. L’assunzione non dipenderà più da dei quiz dove conta soprattutto saper rispondere velocemente”.

Il Ministro Giannini, pochi giorni fa, durante un’intervista al quotidiano Il Mattino, ha affermato che gli aventi diritto al concorso saranno circa 180mila e che in questi mesi il numero dei posti messi al bando è aumentato, passando da 60mila a 80mila. Si tratta di posti che non sono stati assegnati durante le operazioni di immissione in ruolo. I titoli acquisiti dal singolo, di pari passo con i corsi di abilitazione, possono fare la differenza, avendo un peso in termini di punteggio per la valutazione del docente.

Ad esempio, in ambito concorsuale, si rivelano molto importanti le Certificazioni Eipass, come i Corsi per l’utilizzo della Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) e il suo relativo Certificato. Nell’ambito dell’apprendimento e in relazione con quanto si afferma nel piano di governo La Buona Scuola, l’informatica è uno dei campi principali a cui la scuola deve dedicare tempo e denaro. A questo proposito, coniugare gli aspetti didattici e teorici con quelli pratici di utilizzo degli strumenti informatici, è uno dei requisiti richiesti al buon insegnante del futuro.

Proprio per questo, il Centro di Alta Formazione Minerva Sapiens offre l’esperienza e la professionalità dei suoi migliori docenti con il fine di formare ed aggiornare i docenti di ogni ordine e grado sull’utilizzo della Lim per l’insegnamento e la comunicazione. Oltre a fornire quegli strumenti essenziali per conoscere ed utilizzare la lavagna, al termine delle 100 ore di corso, il Centro rilascerà un attestato di partecipazione del valore di n. 1 punto per le graduatorie d’istituto. Il corso in aula può inoltre essere integrato con l’acquisizione della Certificazione Eipass LIM, che dà diritto a n.2 punti per le graduatorie.

Investire sull’insegnamento significa investire sul paese in generale, e, come è specificato nelle prime pagine del rapporto “La buona scuola” “l’istruzione è l’unica soluzione strutturale alla disoccupazione, l’unica risposta alla nuova domanda di competenze espresse dai mutamenti economici e sociali”. E continua: “dare al Paese una Buona Scuola significa dotarlo di un meccanismo permanente di innovazione, sviluppo e qualità della democrazia”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...